Archivi giornalieri: 15 Aprile 2011

Contracanto a Cingoli e Macerata


All’interno della Settimana nazionale della Cultura, il “Sistema Museale” della Provincia di Macerata propone un fine settimana di musica: domani sera (sabato 16) a Cingoli e domenica 17 aprile a Macerata. Entrambi gli appuntamenti musicali rientrano nel cartellone di “Controcanto”, la rassegna che fino a metà maggio prevede eventi esclusivi in teatri, musei, chiese e biblioteche delle province di Ancona e Macerata.
A Cingoli, nella chiesa di San Domenico alle ore 21,30 (ingresso gratuito) si esibisce in concerto “Quintorigo”. L’innovativa band italiana presenta il proprio più recente repertorio confluito nel CD “English Garden”.
Domenica 17 alle 21,30 a palazzo Buonaccorsi di Macerata (ingresso libero su prenotazione 0733.256361) concerto in esclusiva regionale del chitarrista Paolo Sereno. L’artista renderà un omaggio al cinema con la sua interpretazione originale di temi di colonne sonore famose quali Nuovo Cinema Paradiso.

La Provincia aderisce al progetto europeo “Eurovet”


La Provincia di Macerata ha aderito, in qualità di ente partner, al progetto europeo “Eurovet”. Esso offre l’opportunità di sviluppare una rete europea in materia di istruzione e formazione professionale, condividendo metodologie e sistemi comuni di gestione tra professionisti del settore.
Il progetto è stato elaborato dalla direzione generale della formazione professionale della Provincia spagnola di Saragozza, la quale ha chiesto l’adesione ad alcuni enti di vari paesi europei, tra cui all’Amministrazione provinciale di Macerata che ha formalmente aderito con una deliberazione approvata dal vice commissario prefettizio, Tiziana Tombesi.
Il progetto, che potrà prendere concreto avvio solo dopo l’approvazione ed il finanziamento da parte della Commissione europea, avrà la durata di due anni e mezzo. In questo periodo i vari rappresentanti degli enti partner svilupperanno linee guida di lavoro e prassi comuni in materia di programmazione ed attuazione di azioni formative, ma soprattutto metodologie e strumenti che facilitino e rendano più efficienti le politiche locali per la formazione professionale.
La Provincia di Macerata vanta una lunga esperienza in questo settore, impegnandosi con forti investimenti annuali che derivano anche dall’utilizzo del Fondo sociale europeo. Dal progetto Eurovet, e facendo tesoro delle esperienze di altri enti europei, potranno derivare nuovi metodi da applicare localmente per migliorare l’efficacia dei programma di formazione, con benefici sia per l’occupazione, sia per l’intero sistema economico-produttivo maceratese.

In vendita 3 case cantoniere


La Provincia di Macerata ha indetto una gara informale, con offerte segrete, per la vendita di tre ex case cantoniere. Gli immobili, che fanno parte del patrimonio non più utilizzabile per fini istituzionali, si trovano in territorio di Montecassiano (località Valle Cascia, lungo la strada provinciale 361 “Septempedana”, al km.30+180), a Penna San Giovanni (località Portone, lungo la sp.113 “Sant’Angelo – Monte San Martino”) e a Pieve Torina (località Capriglia, al km. 79+500 della strada 209 “Valnerina”). Per tutte, le relative offerte dovranno essere presentate, in busta chiusa con ceralacca, non oltre le ore 12 del prossimo 16 maggio. L’aggiudicazione verrà effettuata nei confronti dell’offerta recante il prezzo più alto rispetto a quello base indicato per ciascun immobile. I prezzi a base di gara sono stati così stabiliti in relazione alla consistenza e allo stato degli edifici: ex casa cantoniera di Montecassiano, 211 mila e 782 euro; Penna San Giovanni 128 mila e 911 euro; Pieve Torina 79 mila e 362 euro. Il bando integrale ed i modelli per la presentazione dell’offerta sono disponibili sul sito internet www.provincia.mc.it/provincia alle voci “Bandi” e “Immobili in vendita”. Per informazioni sull’asta: Servizio Patrimonio della Provincia, Corso della Repubblica, 28 – 2° piano (tel. 0733-248535).

Trasporti: 11 idonei all’esame di abilitazione


Si è conclusa la prima sessione di esami indetta dalla Provincia di Macerata per l’acquisizione dell’idoneità professionale a svolgere “l’impresa di trasporto su strada di merci e viaggiatori”. Sono risultati idonei 11 candidati; tra loro anche due donne ed un cittadino straniero. Delle undici persone partecipanti agli esami, una ha conseguito l’idoneità per trasporto viaggiatori nazionale e internazionale, le altre dieci per trasporto merci. Di queste ultime, quattro anche per trasporti internazionali.
Una seconda sessione di esami è già stata indetta per il prossimo 29 settembre. Le domande per essere ammessi a sostenere l’esame debbono essere presentate tra il 30 luglio ed il 30 agosto alla Provincia, Servizio Trasporti, Piazza Cesare Battisti n. 4 – primo piano – tel. 0733-248432.
Si può partecipare agli esami sia per l’abilitazione a trasporti nazionali, sia internazionali o per entrambe le abilitazioni. I requisiti richiesti sono la maggiore età e aver superato un corso di istruzione secondaria di secondo grado ovvero, in alternativa, aver assolto all’obbligo scolastico ed aver superato l’apposito corso di preparazione agli esami presso gli organismi autorizzati.
L’esame consiste nel fornire la soluzione esatta a 60 domande con risposta multipla e in una esercitazione su un caso pratico.

Trasporti: 11 idonei all'esame di abilitazione


Si è conclusa la prima sessione di esami indetta dalla Provincia di Macerata per l’acquisizione dell’idoneità professionale a svolgere “l’impresa di trasporto su strada di merci e viaggiatori”. Sono risultati idonei 11 candidati; tra loro anche due donne ed un cittadino straniero. Delle undici persone partecipanti agli esami, una ha conseguito l’idoneità per trasporto viaggiatori nazionale e internazionale, le altre dieci per trasporto merci. Di queste ultime, quattro anche per trasporti internazionali.
Una seconda sessione di esami è già stata indetta per il prossimo 29 settembre. Le domande per essere ammessi a sostenere l’esame debbono essere presentate tra il 30 luglio ed il 30 agosto alla Provincia, Servizio Trasporti, Piazza Cesare Battisti n. 4 – primo piano – tel. 0733-248432.
Si può partecipare agli esami sia per l’abilitazione a trasporti nazionali, sia internazionali o per entrambe le abilitazioni. I requisiti richiesti sono la maggiore età e aver superato un corso di istruzione secondaria di secondo grado ovvero, in alternativa, aver assolto all’obbligo scolastico ed aver superato l’apposito corso di preparazione agli esami presso gli organismi autorizzati.
L’esame consiste nel fornire la soluzione esatta a 60 domande con risposta multipla e in una esercitazione su un caso pratico.

Guado veicolare sul Fiastra strada Corridonia-Colbuccaro


Sarà l’impresa “Papa Enrico srl” di Macerata a realizzare, in appalto per conto della Provincia di Macerata, il guado veicolare sul torrente Fiastra. Si tratta dell’attraversamento temporaneo del torrente in grado di assicurare provvisoriamente il collegamento tra le due sponde e quindi rendere interamente percorribile la strada provinciale 28 Corridonia-Colbuccaro che dal 2 marzo scorso – a causa dell’alluvione – è interrotta per il cedimento di un pilastro del ponte sul Fiastra.
Alla gara d’appalto, indetta con procedura d’urgenza, hanno preso parte questa mattina nove imprese. La ditta aggiudicataria ha offerto un ribasso del 41,7% sul prezzo (277 mila euro esclusa iva) a base d’asta dei lavori, che dovranno essere portati a termine in un mese.
Il “guado veicolare” avrà una lunghezza complessiva di 348 metri. Cento metri sarà il “guado” vero e proprio, il resto sarà rappresentato dalle due rampe di collegamento con la strada, sia in direzione di Corridonia (154 metri), sia in direzione di Colbuccaro (94 metri). Per consentire il normale deflusso dell’acqua in condizioni di magra, il guado verrà realizzato mediante l’affiancamento di tubi in cemento armato di diverso diametro posti simmetricamente rispetto all’asse longitudinale dell’alveo. Essi saranno fermati tra due piani di cemento di cui quello superiore avrà la funzione di superficie stradale. Non potranno transitare sul guado gli autobus con assetto ribassato, gli autosnodati e tutti gli automezzi con portata a pieno carico superiore ai 35 quintali. La struttura, inoltre, potrà funzionare solo in caso di condizioni meteorologiche favorevoli ed in assenza dello stato di piena del torrente.
L’opera, progettata dai tecnici del settore viabilità della Provincia, è cofinanziata dall’Amministrazione provinciale e dell’Amministrazione comunale di Corridonia in base ad un protocollo d’intesa sottoscritto dai due enti la settimana scorsa.

Nella foto, la planimetria del guado veicolare

Si presentano le candidature per le elezioni provinciali del 15 e 16 maggio


Dalle 8 di oggi, 15 aprile, e fino a mezzogiorno di sabato 16 aprile, nella cancelleria del Tribunale di Macerata si presentano le candidature per le elezioni provinciali del 15 e 16 maggio prossimi.
A seguito della nota sentenza del Consiglio di Stato, che lo scorso giugno ha annullato le elezioni svoltesi nel 2009, Macerata è una delle nove Province italiane chiamate al voto in questa tornata elettorale amministrativa. Le altre sono Vercelli (anche in questo caso si tratta di elezioni anticipate), Mantova, Pavia, Treviso, Ravenna, Lucca, Campobasso e Reggio Calabria.
Nel maceratese sono circa 275 mila gli elettori (143 mila donne e 132 mila uomini) chiamati in tutti i 57 Comuni a votare per l’elezione diretta del Presidente della Provincia e per l’elezione del Consiglio provinciale di Macerata, costituito da 24 consiglieri, eletti in altrettanti collegi. I seggi elettorali da costituire sono complessivamente 322, di cui: 44 a Macerata, 40 a Civitanova, 20 a Recanati, 19 a Tolentino. Questi quattro Comuni, insieme, rappresentano con i loro 105 mila elettori, più di un terzo di tutto l’elettorato provinciale.
***
Contestualmente alle elezioni provinciale, ci sono anche 1.178 Comuni che debbono eleggere il Sindaco e rinnovare i rispettivi Consigli comunali. Tra questi, anche sei Comuni del Maceratese: Bolognola (138 elettori), Castelraimondo (4.040), Esanatoglia (1.818), Morrovalle (8.884), Muccia (743), San Severino Marche (12.363). Anche per le elezioni comunali le candidature si presentano venerdì e sabato presso le rispettive Segreterie dei Comuni.

Assegnati fondi a nuove imprese


Fondi per oltre 2 milioni e 600 mila euro sono stati assegnati dalla Provincia di Macerata a 114 diversi soggetti che hanno partecipato al bando scaduto lo scorso dicembre per il “sostegno alla creazione di nuove imprese finalizzate a favore l’occupazione”. Novantaquattro domande sono state utilmente collocate in graduatoria con l’assegnazione di contributi (2 milioni e 206 mila complessivi), che singolarmente variano fino ad un massimo di 25 mila euro, per la costituzione d’impresa da parte di lavoratori dipendenti, liberi professionisti iscritti ad ordini ed albi professionali riconosciuti a livello nazionale, lavoratori in Cassa integrazione, lavoratori con contratti di lavoro atipici e a causa mista, lavoratori sospesi che usufruiscono degli ammortizzatori sociali in deroga. Altre venti domande, ammesse a finanziamento per complessivi 436 mila euro, sono state invece utilmente collocate nella graduatoria riservata alle richieste presentate da soggetti appartenenti alle categorie “svantaggiate”, tra cui rientrano anche disoccupati ultracinquantenni e giovani inoccupati da almeno 6 mesi.
Il bando era stato pubblicato a fine ottobre 2010 per favorire, attraverso l’avviamento di attività autonome (“microimprese” e “piccole” imprese), il superamento della contingenza negativa scaturita dallo stato di crisi economica iniziato nel 2008, nonché il rafforzamento della competitività del nostro sistema produttivo, attraverso, appunto, imprese innovative.
Le domande presentate dovevano essere riferite ad imprese costituite dopo il primo novembre 2010 per attività manifatturiere e del commercio, per servizi alle imprese, o nel campo del turismo, della cultura, dell’ambiente, del terzo settore o servizi alle persone. I fondi assegnati – tutti derivanti dalla quota provinciale del Fondo sociale europeo – vanno a sostenere le spese di costituzione dell’impresa, per acquisto di macchinari, attrezzature e brevetti, per gli impianti, per le spese relative a fidejussioni, consulenze tecniche e fiscali, per l’affitto di immobili e per spese promozionali connesse all’avviamento dell’attività.

Tolentino: una palestra per le scuole superiori


La Provincia di Macerata conferma il suo impegno per la realizzazione della palestra scolastica da costruirsi a Tolentino ad uso delle scuole superiori, ma pur mantenendo l’opera nel piano triennale 2011-2013, allegato al bilancio, rinvia la previsione dell’opera stessa dall’annualità 2011 all’annualità 2012. Lo ha annunciato questa mattina il Commissario prefettizio della Provincia, Sandro Calvosa, all’assessore comunale Bruno Prugni, nel corso di un apposito incontro convocato in Provincia. Il Commissario ha spiegato all’assessore Prugni che il motivo di tale decisione è riconducibile esclusivamente al fatto che il quadro programmatorio già predisposto è stato stravolto dalle conseguenze dell’alluvione di marzo. La palestra di Tolentino, infatti, era prevista nel piano triennale con un finanziamento di 990 mila euro nel 2011, derivante dall’impiego dell’avanzo di amministrazione 2010. Sta di fatto che a seguito degli eventi alluvionali, la Provincia si è venuta a trovare nella necessità di intervenire per ripristinare la funzionalità di numerose opere infrastrutturali (strade e fiumi). Di conseguenza, le somme a disposizione di non immediato impiego, come quella per la palestra, sono state destinate al finanziamento di opere pubbliche danneggiate dalle avversità atmosferiche del 1- 6 marzo.
Per altro – ha spiegato il prefetto Calvosa – tra progettazione (iniziata, ma non ancora conclusa) e iter procedurale per appaltare l’opera, l’avvio concreto dei lavori sarebbe avvenuto solamente nel 2012 e quindi i fondi rimarrebbero congelati per un anno, mentre ora l’Amministrazione provinciale ne ha urgente bisogno per intervenire immediatamente ad eseguire urgenti opere finalizzate a garantire la sicurezza dei fiumi ed eliminare le frane più rilevanti lungo la propria rete stradale.
Nel corso dell’incontro, a cui erano presenti anche i dirigenti del Genio civile, edilizia scolastica e viabilità, il Commissario ha ricordato che a fronte di tagli al bilancio 2011 pari a circa il 28% rispetto all’anno precedente, la Provincia si trova a dover immediatamente finanziare, oltre ai danni dell’alluvione e alle elezioni provinciali del prossimo maggio, anche richieste di “pronto intervento” per dissesti idrogeologici provocati dall’eccezionale ondata di maltempo di marzo in alcuni piccoli Comuni che non hanno al momento la capacità di assorbire ed autofinanziare i danni subiti. Quindi l’esigenza del momento è quella di non tenere “soldi fermi”
L’assessore Bruno Prugni, di fronte all’assicurazione ricevuta circa il mantenimento dell’impegno per la palestra da parte della Provincia, ha preso atto della decisione di spostare, dall’annualità in corso alla successiva, il finanziamento dell’opera, augurandosi che questo non provochi un ritardo per la realizzazione della stessa, in quanto il Comune di Tolentino sta proseguendo ed intende portare a termine al più presto la già avviata procedura di acquisizione dell’area. Prugni ha detto di comprendere le contingenti esigenze finanziarie dell’Amministrazione provinciale ed ha espresso solidarietà, sia alla Provincia, sia ai Comuni che hanno riportato gravi dissesti dagli eventi alluvionali dello scorso marzo, ricordando che Tolentino stesso ha subito numerosi danni. L’assessore Prugni ha aggiunto che, se la Provincia si trova a dover prendere tale decisione, “la causa va ricercata nel mancato stanziamento, ad oggi, da parte del Governo di conseguenti finanziamenti per i danni dell’alluvione, nonostante il riconoscimento dello Stato di emergenza”.