Archivio della categoria: Varie

A Venezia il ristorante per “onnivori”

Esplode l’estate al Riviera, paradiso di pochi metri quadrati sul canale della Giudecca

A Venezia il ristorante per “onnivori”

GP Cremonini racconta la filosofia “controcorrente” del suo locale

 

“Siamo a Venezia, dove i metri quadrati sono rari e preziosi: siccome non possiamo accontentare tutti come vorremmo, abbiamo scelto di dedicarci agli onnivori. Amiamo le filosofie alimentari alternative, ma non le possiamo accogliere e coltivare nel modo che meriterebbero e così, con serenità ed onestà, rinunciamo a servirle”.

 

A parlare, è GP Cremonini, proprietario del Riviera.

Sulle Zattere in Dorsoduro: erano gli anni Settanta quando un ex Maître dell’Harry’s aprì un bar che doveva accogliere i benviventi a passeggio sul canale della Giudecca.

Lo chiamò Riviera, e lo disegnò all’interno di un aristocratico palazzo seicentesco, pietra alla porta e legno all’interno. Fu luogo di dolce vita per anni, fino a quando la stanchezza e l’oblio lo confinarono in una zona grigia di oscura sussistenza.

 

È stata solo la lucida follia di GP Cremonini, funambolico musicista di origine schiettamente veneziana ma cittadino del mondo in vena di ritorno, a riportarlo all’odierno splendore. Restaurata la romantica tappezzeria e la boiserie piena di storia, marmettoni a terra e cucina nuovissima, ecco nato e ricreato il Riviera.

 

Per onnivori dunque: ovvero per coloro che vogliono spendere un frammento della loro vita davanti a una vista superba sulla Giudecca in un luogo dove il cibo e il vino sono al centro di tutto, senza alcun impianto scenografico ma con un importante contenuto di verità; quella del prodotto.  Un viaggio nei colori e nei profumi veneziani, garantito anche dalla personalità dello stesso Cremonini, vero campione di cortesia.

 

Nel piatto: i sapori della Laguna, del mare circostante ma anche di quei produttori/resistenti dell’interno che abbiano fatto scelte rigorose. Così come nella carta dei vini che privilegia piccoli viticultori della regione sempre nell’ottica del rispetto dell’ospite e della curiosità del vivere.

 

L’estate dunque esplode al Riviera con un menù che conserva i classici piatti del locale, oltre alle nuove proposte create dal giovane chef Simone Silvestri, in una fase di piena maturità espressiva. Ecco allora la classica piccola selezione di pesci crudi leggermente marinati o la nuovissima triglia in fiore di zucca, i travolgenti bucatini Cavalieri, granseola, carletti, olio di santoreggia e polvere di pomodorini secchi oppure la delicata animella con la salsa di piselli.

Informazioni: www.ristoranteriviera.it

 

A giugno cresce il desiderio di tradire

L’amore extraconiugale inizia a crescere a giugno, quando i livelli di testosterone e di cortisolo nell’uomo e nella donna cominciano a modificarsi per via dell’allungarsi del giorno e così comincia ad aumentare il desiderio di tradire. Lo dimostrano importanti studi scientifici, ma anche l’incremento d’iscrizioni al portale Incontri-ExtraConiugali.com che già in questi primi giorni di giugno sono mediamente aumentate del 30%.

Vi siete mai chiesti perché durante l’estate c’è un boom di coppie nuove? «È soprattutto per via dell’aumento del desiderio innescato dal sole. La prima tintarella di giugno, inoltre, è in grado di migliorare le prestazioni sessuali maschili, perché il livello di testosterone aumenta con l’aumento della presenza di vitamina D, sostanza che deriva proprio dai raggi solari» risponde Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, commentando così l’aumento -riscontrato in questi giorni- delle iscrizioni al portale da lui creato allo scopo di far trovare il partner giusto a chi cerca una relazione extraconiugale.

I cali di libido sono invece frequenti a partire dal mese di ottobre. Secondo quanto osservano gli analisti di Incontri-ExtraConiugali.com il calo maggiore si ha poi a febbraio, a causa della maggiore debolezza delle radiazioni solari in questo periodo.

«A giugno il livello di testosterone degli italiani è doppio rispetto ai mesi invernali» sottolinea il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il sito più sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato.

Ma secondo quanto ha potuto constatare Incontri-ExtraConiugali.com, a giugno non solo aumenta il testosterone ma si attivano anche tutti gli altri ormoni e anche i feromoni, che hanno un ruolo chiave nel governare le reazioni istintive di fronte a un’altra persona.

«Perciò la propensione al tradimento raggiunge il picco più elevato rispetto a qualunque altro mese dell’anno. Se durante l’inverno, quando ci sono meno ore di luce, il livello di testosterone diminuisce e cala anche il desiderio sessuale, con l’arrivo della bella stagione e la prima abbronzatura di giugno il corpo libera tutte le sostanze chimiche in grado di attivare l’attrazione» aggiunge Alex Fantini.

La luce solare ha inoltre un effetto euforizzante e antidepressivo in grado di stabilizzare l’umore e di rivitalizzare tutti i sensi, sia negli uomini che nelle donne. E in entrambi i casi la tendenza a tradire a giugno è un fenomeno in crescita.

Il tradimento d’estate diventa così un fenomeno trasversale lungo tutta la Penisola. Anche perché, favoriti dall’anonimato su un sito affidabile e sicuro come Incontri-ExtraConiugali.com, i tradimenti sono diventati all’ordine del giorno sia per gli uomini che per le donne italiane di qualunque località, dalla grande città al piccolo paesino. E, contrariamente a quanto avveniva in passato, l’80% degli infedeli non avverte alcun senso di colpa.

Iliad sta sconvolgendo gli equilibri del mercato telefonico mobile

Il debutto del nuovo operatore Iliad sta sconvolgendo in positivo gli equilibri del mercato telefonico mobile, sbilanciandoli verso prezzi e proposte commerciali più interessanti per i consumatori. Le offerte mobili, nell’ultimo anno, sono diventate più ricche, complice anche il ritorno della tariffazione a 30 giorni. 

È in corso una vera e propria rivoluzione nel panorama delle tariffe per la telefonia mobile: durante l’ultimo anno le offerte dei principali operatori hanno subito un lieve calo di prezzi (-9,80%) e al tempo stesso i pacchetti proposti dalle compagnie sono diventati più ricchi. Crescono i Giga offerti ai clienti, per navigare senza pensieri o aggiornare i social (+64,76%), non si contano gli sms a disposizione (+71,24%) anche se, di fatto se ne inviano sempre meno e aumentano anche i minuti (+23,33%).

Una trasformazione che avvantaggia i consumatori, dunque. Ma a cosa è dovuta? Da un lato, a incidere sulla rimodulazione delle tariffe è l’auspicato ritorno della fatturazione da 28 a 30 giorni. Dall’altro, gioca un ruolo decisivo anche l’imminente debutto sul mercato di Iliad. La nuova compagnia, che colma il vuoto creato dalla fusione Wind Tre, promettendo di esordire con tariffe allettanti. A valutarne l’impatto sul mercato è l’ultima indagine di SosTariffe.it, che ha passato in rassegna le attuali tariffe ricaricabili di tutti gli operatori tradizionali e virtuali.

Iliad Italia: tariffa super che straccia la media del mercato

Il nuovo operatore Iliad Italia affila le armi per sbaragliare gli avversari e si presenta oggi sul mercato la propria tariffa super concorrenziale. Prezzi stracciati per ‘strappare’ clienti ai competitor: si tratta di un pacchetto con rinnovo ogni 30 giorni. La nuova offerta ha un costo di 5,99 euro al mese e comprende minuti e SMS illimitati e 30 GB di internet per navigare in libertà, tariffa che per prezzi e composizione è sicuramente molto più economica della media delle offerte del mercato individuata da SosTariffe.it.

Tariffe più ricche: più minuti, GB e una valanga di sms

Cos’è cambiato nel mercato nell’ultimo anno? Il dettaglio sui provider MNO, ovvero gli operatori tradizionali proprietari di rete, mostra come ora – a fronte di un lieve rincaro di prezzi – vengano offerte promozioni più vantaggiose.

Rispetto a dodici mesi fa, infatti, le principali tariffe ricaricabili TIM, Vodafone, Wind e H3G (quelle cioè che includono telefonate, internet e sms gratis, comprese le winback) sono diventate molto più ricche. Il costo medio è un po’ lievitato: da 11,61 euro a 12,41 euro in media, ma questo è da attribuire anche al periodo di rinnovo, che da 28 giorni è salito a 30. Nel complesso le tariffe offrono molto di più: i minuti inclusi, da 1.309 sono diventati 1.853. Gli sms offerti, a giugno 2017 erano ‘solo’ 364, mentre ora sono addirittura 904 al mese. I GB di internet sono addirittura raddoppiati, da una media di 6 a una di 12 al mese.

Oggi quindi è molto più facile trovare proposte commerciali con minuti illimitati inclusi (+9,09%) e in media le soluzioni offrono più minuti (+41,60%) e GB (+100,70%) e una miriade di messaggi in più (+148,47%).

In attesa di Iliad sono scesi i prezzi

Se osserviamo invece le variazioni degli ultimi 12 mesi, includendo oltre agli operatori tradizionali anche quelli virtuali (quelli che non detengono una rete di proprietà, come Kena Mobile che usufruisce della rete TIM e PosteMobile che si ‘appoggia’ sulle infrastrutture Wind Tre) notiamo una generale riduzione di prezzi. In media le tariffe mobili presentano ora prezzi più economici (dai 12,15 euro del 2017 a 10,96 euro in media di oggi). Per far fronte all’avvento della concorrenza di Iliad le compagnie hanno incrementato i minuti (da 1.105 a 1.363) i GB (da 5 a 9) e gli sms (da 458 a 784).

 

Comunicato inviato da SosTariffe.it

Lavori sulle provinciali danneggiate dal terremoto

Mercoledì scorso, nella sede della Provincia di Macerata, hanno avuto luogo tre Conferenze di Servizi che avevano all’ordine del giorno l’esame dei progetti per la sistemazione ed il ripristino di quattro strade provinciali danneggiate dal terremoto; tra questi, l’intervento più significativo riguarda la Pian Perduto che collega, come noto, Castel Sant’angelo con il Monte Prata e Castelluccio.

Continua a leggere

Vincenzo Vuono, nuovo Questore da Pettinari

Il 23 novembre, il Presidente Pettinari ha incontrato il nuovo Questore di Mac Vincenzo Vuono che ha preso il posto di Giancarlo Pallini. 

Il Presidente, in un clima di sincera ospitalità, ha colto l’occasione per parlare delle criticità del territorio maceratese evidenziando in particolare i problemi legati al terremoto.

Il dott. Vincenzo Vuono, 58 anni, arriva a Macerata dopo aver diretto diversi Commissariati a Roma. Al nuovo Questore il Presidente ha rivolto i migliori auguri per l’importante incarico con la certezza di poter contare su una vicendevole collaborazione.

La Provincia assume Ingegneri e architetti per la fase di ricostruzione post terremoto

Nell’ambito degli interventi post terremoto, la Provincia di Macerata, chiamata a molteplici attività di ripristino sulle strade e nell’edilizia (in particolar modo quella scolastica) è stata autorizzata dal Commissario Straordinario per la ricostruzione ad effettuare assunzioni a tempo determinato per meglio affrontare la fase di ricostruzione.

Continua a leggere

Vittorazi Motors cerca giovani meccanici

L’azienda del settore aeronautico ricerca figure esperte o da formare. All’appello ancora nessuna risposta

Nonostante, come ha annunciato il Fondo Monetario Internazionale in questi ultimi giorni, il Pil Nazionale sia in crescita dell’1,3%, ancora molte sono le aziende italiane in crisi, tante quelle che insistono sul territorio regionale. E in costante aumento ci sono anche i Neet, acronimo di “Not (engaged) in Education, Employment or Training”, cioè i giovani in età lavorativa che non studiano e non lavorano.

Continua a leggere

Sistemazione tratti di strade provinciali

Sono 178 mila euro i residui utilizzati per i lavori sulle strade dalla Provincia di Macerata e stanziati dalla Regione Marche per i danni provocati dalle forti nevicate del 2012.

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di sistemazione di alcuni tratti delle strade provinciali Abbadia di Fiastra – Mogliano e Sant’Angelo in Pontano – Penna San Giovanni.

Continua a leggere