Le società segrete non hanno più segreti

Esce “Guida alle società segrete” di Michele Leone, edizioni Odoya
Se ne parla, se ne scrive, molto spesso si evocano per spiegare scenari politici ed economici. Ma cosa sono veramente le “società segrete”? Da dove vengono? E cosa vogliono? A provare a dare delle risposte arriva il nuovo libro di Michele Leone, che delle società segrete è storico e studioso, con una poderosa e scientifica “Guida alle Società Segrete” per le edizioni Odoya.
Michele Leone ci apre la porta della sua immaginaria Wunderkammer delle società segrete: senza la pretesa di essere esaustivo (data la mole e la particolarità della materia) l’autore individua l’oggetto del proprio studio tramite queste semplici regole: le società segrete prevedono la morte e la rinascita. L’adepto viene isolato prima dell’iniziazione e deve superare delle prove, dopo questo momento cruciale prenderà un nuovo nome e parlerà con un differente linguaggio. L’iniziato non dovrà mai divulgare nulla del suo nuovo status al di fuori dalla comunità degli affiliati. Esistono anche alcune società che richiedono una tassa di affiliazione e infine molte delle stesse sono organizzate per gradi di conoscenza.
Delimitato il campo, Leone si addentra nella descrizione dettagliata delle società più conosciute come il culto di Mitra (il contributo su questo argomento è stato scritto da Adelaide Sicuro), i misteriosi Esseni (a cui si dice che anche Gesù Cristo appartenesse e Leone ci spiega perché), gli “antirazionalisti” Rosa+Croce, gli affascinanti Templari, il temibile KKK. Ma anche di quelle meno note, come la partenopea setta di guaritori denominata Fratellanza terapeutico-magica di Miriam o del conciliabolo teutonico degli Illuminati di Baviera.
Ad ogni capitolo è dedicata una società segreta, per favorire la consultazione. Tra esse: Magi, Religioni dei misteri, Culto di Dioniso, Druidi, Cabala e Cabalisti, Beati Paoli, Alchimisti, Confraternita Celta, Lega degli eletti, Filosofi Incogniti, Fruchtbringende Gesellschaft o Societa della Palma, Chlysty, Cavalieri dell’Apocalisse, Panteisti o Loggia Socratica,Carboneria, Fratelli Neri, Fratellanza Italiana, Camiciati, Società dell’Anello, Afrikaner Broederbond, E Clampus Vitus, Elks Lodge e molte altre.
“Non si tratta di un libro per complottisti, ma di una indagine serie e rigorosa, oltre che tracciare storia e caratteristiche delle società segrete, prova anche a tracciare la “visione” spirituale, il percorso iniziatico, indagando i tanti modi, le tante tradizioni, le tante radici a cui gli uomini hanno da sempre fatto riferimento per “cercare”, per comprendere se stessi ed il mondo. Dopotutto, secta in latino significava linea di condotta, dottrina, scuola filosofica e gruppo religioso non conciliabolo di cospiratori. Una rassegna insomma di tante vie per la “sapienza”, alle quali mi sono accostato con attenzione, rigore storico ma anche molto rispetto. Un libro dedicato a tutti coloro che amano il fascino dell’arcano e ambiscono ad approfondirne la storia, almeno quella che è riuscita a trapelare…” – ha dichiarato Michele Leone.
Precedente Design Week 2018, BASE Milano, Successivo 7 idee per arredare un loft