MARCIA PER LA PACE ‘PERUGIA-ASSISI’: IL GONFALONE DELLA PROVINCIA


La Provincia di Macerata ha partecipato, con il proprio Gonfalone, alla “Marcia Perugia – Assisi per la Pace e la fratellanza dei Popoli”. A rappresentare l’Amministrazione provinciale è intervenuto l’assessore Giorgio Palombini.
La decisione di prendere parte in veste ufficiale alla manifestazione era stata presa il mese scorso dal presidente Antonio Pettinari che poi aveva sottoposto alla Giunta la formale deliberazione di adesione. La Provincia – cosi come anche il Comune di Macerata – ha messo a disposizione due pullman che hanno favorito la partecipazione alla Marcia di molti maceratesi, tra cui numerosi alunni del Circolo didattico “Spontini” di Matelica.
Quest’anno la manifestazione ha festeggiato il suo cinquantenario. La prima edizione si svolse, infatti, il 24 settembre 1961 per iniziativa del filosofo ed educatore Aldo Capitini, uno tra i primi in Italia a cogliere e a teorizzare il pensiero nonviolento gandhiano, al punto da essere definito il “Gandhi italiano”.


Nella foto, l’assessore Giorgio Palombini con il Gonfalone della Provincia ad Assisi

MARCIA PER LA PACE 'PERUGIA-ASSISI': IL GONFALONE DELLA PROVINCIA


La Provincia di Macerata ha partecipato, con il proprio Gonfalone, alla “Marcia Perugia – Assisi per la Pace e la fratellanza dei Popoli”. A rappresentare l’Amministrazione provinciale è intervenuto l’assessore Giorgio Palombini.
La decisione di prendere parte in veste ufficiale alla manifestazione era stata presa il mese scorso dal presidente Antonio Pettinari che poi aveva sottoposto alla Giunta la formale deliberazione di adesione. La Provincia – cosi come anche il Comune di Macerata – ha messo a disposizione due pullman che hanno favorito la partecipazione alla Marcia di molti maceratesi, tra cui numerosi alunni del Circolo didattico “Spontini” di Matelica.
Quest’anno la manifestazione ha festeggiato il suo cinquantenario. La prima edizione si svolse, infatti, il 24 settembre 1961 per iniziativa del filosofo ed educatore Aldo Capitini, uno tra i primi in Italia a cogliere e a teorizzare il pensiero nonviolento gandhiano, al punto da essere definito il “Gandhi italiano”.


Nella foto, l’assessore Giorgio Palombini con il Gonfalone della Provincia ad Assisi