Archivio tag: furti

Numerosi controlli per prevenire lo spaccio e i furti

Intensificati negli ultimi giorni i controlli in provincia da parte della Questura di Macerata i cui uomini, collaborati da personale del reparto Prevenzione Crimine di Perugia, hanno effettuato molteplici servizi svolti a Macerata e lungo la fascia costiera nei comuni di Porto Recanati e Civitanova Marche.

Nella serata del 19 Maggio u.s., la Squadra Mobile , impegnata nel porre un freno al crescente e sempre più preoccupante fenomeno del traffico e consumo di sostanze stupefacenti, collaborata da alcuni equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Umbia-Marche” di Perugia, ha concentrato la loro attenzione nella zona costiera, effettuando un mirato servizio finalizzato al contrasto del traffico degli stupefacenti in Porto Recanati, nelle zone antistanti l’Hotel House e il River Village dove si assiste ad un continuo e triste “pellegrinaggio” di giovani tossicodipendenti, che si aggirano alla ricerca dei pusher, pronti a soddisfare le richieste della piazza. Nelle numerose operazioni condotte nel recente passato, è infatti emerso come la zona dove insistono i suddetti complessi abitativi, fanno di Porto Recanati, una meta per tossicodipendenti provenienti non solo delle province limitrofe, ma anche dal vicino Abruzzo. Nel corso del servizio di cui si discute sono stati ottenuti i seguenti risultati:
Continua a leggere

Badante maceratese rubava gioielli all’anziana ‘accudita’

Una 49enne maceratese, ha compiuto una serie di furti di oggetti preziosi, ai danni di una donna residente in città.

L’indagata, nel corso di alcuni mesi in cui avrebbe prestato la sua opera come badante in favore dell’anziana madre della denunciante, si è impossessata di diversi oggetti preziosi per poi rivenderli subito dopo, con sette distinte operazioni effettuate tra i mesi di maggio e settembre, presso un negozio “compro oro” aperto in provincia,ottenendo in cambio la somma di circa 2.000 euro.
Continua a leggere

Capodanno con furti a raffica a Macerata

volante-poliziaPoco dopo la mezzanotte tra il 31 e il 1° Gennaio, la “Volante” è intervenuta a Sforzacosta dove un uomo di 40 anni lì residente, a seguito dell’entrata in funzione del sistema di allarme, si era recato presso la vicina abitazione della figlia in quel momento assente.
Nella circostanza, aveva notato la presenza di quattro persone che si stavano calando dal balcone dell’abitazione e nel tentativo di bloccarne una, aveva ingaggiato una colluttazione con un malvivente riportando lievi lesioni.
I malviventi, vistosi oramai scoperti, avevano abbandonato a terra quanto asportato all’interno dell’abitazione dandosi alla fuga a bordo di un’autovettura.

Alle successive ore 01.30, la “Volante” è intervenuta per un episodio analogo a Villa Potenza ove una donna che stava rientrano a casa insieme al proprio compagno, aveva notato un’autovettura di grossa cilindrata posteggiata in modo anomalo davanti alla propria abitazione e, subito dopo, un uomo che si stava arrampicando su una ringhiera con il chiaro intento di entrare nell’abitazione mentre un altro individuo era nei pressi con funzioni da palo. Immediatamente la donna ed il suo compagno avevano richiamato l’attenzione dei ladri due dei quali, per garantirsi la fuga avevano minacciato la donna ed il suo compagno mostrando un coltello ed una pistola dopodichè, risaliti velocemente sull’auto a bordo della quale vi erano altri due soggetti, si erano dati alla fuga senza riuscire a portare al termine l’azione criminosa.

Alle successive ore 2.00, la “Volante” è intervenuta in C.da Cimarella ove ignoti erano riusciti a penetrare all’interno di una casa di campagna le cui stanze erano state rovistate e messe a soqquadro.
Il richiedente non era in grado pero’ di riferire cosa fosse stato asportato poiché l’abitazione è di proprietà del figlio in quel momento assente.

Non si esclude che i tre episodi possano essere collegati ed opera quindi degli stessi malviventi. Sono in corso indagini da parte della Squadra Mobile.

Furti di rame a Civitanova


Nel tardo pomeriggio di ieri 7 Gennaio, il personale della Squadra Mobile della Questura di Macerata, ha tratto in arresto a Civitanova Marche, due cittadini della Ex Jugoslavia, H.S. di anni 41 e A.M. di anni 32, sorpresi nella flagranza di tentato furto aggravato di alcuni quintali di rame, posto in essere all’interno del magazzino dell’ENEL sito a Civitanova Marche.

A seguito di indagini infatti effettuate nelle scorse settimane e incentrate sui furti perpetrati nella zona rivierasca da parte di nomadi di etnia ROM, nel pomeriggio di ieri gli agenti predisponevano un servizio mirato nei pressi del magazzino dell’ENEL sito a Civitanova Marche in Via Civitanova. Effettivamente poco dopo giungeva sul posto un grosso furgone dal quale scendevano due uomini i quali, dopo aver forzato il lucchetto posto a chiusura della cancellata, iniziavano a caricare sul furgone le numerose matasse di filo di rame accatastate nel piazzale. A questo punto gli agenti, coadiuvati nella circostanza anche da personale del locale Commissariato di Polizia di Civitanova, entravano in azione traendo in arresto i due individui i quali, opponendo una forte resistenza agli operatori di Polizia, venivano dichiarati in arresto oltre che per il reato di Tentato Furto Aggravato in concorso tra loro, anche per il reato di Resistenza a Pubblico Ufficiale.
Nel corso dell’attività venivano sequestrati il mezzo usato, circa 10 quintali di rame e altro materiale utile per il proseguo delle indagini. Gli arrestati, infine, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Ancona-Montacuto a disposizione della competente A.G. in attesa dell’udienza di convalida.

Otto furti in un solo giorno


Nel pomeriggio di ieri nell’area urbana di Macerata sono stati perpetrati otto furti in appartamento.
I furti sono stati compiti nell’arco di pochi minuti tanto che in alcune abitazioni non e’ stato asportato quasi nulla, mentre in altre sono stati asportati gioielli e denaro. In tutti i casi i malviventi hanno agito approfittando dell’assenza dei proprietari.
Fermo restando l’impegno delle forze dell’ordine nell’intensificare la vigilanza ed il controllo del territorio si richiama l’attenzione dei cittadini a collaborare per ottenere una più efficace protezione delle proprie abitazioni.
Si invita pertanto la cittadinanza a segnalare tempestivamente al 113 ogni situazione sospetta o movimento di persone non inquadrabile nella normale attività del proprio quartiere.
Anche in vista delle prossime festivita’ natalizie, quando si tende ad uscire spesso lasciando le abitazioni incustodite, si coglie l’occasione per suggerire l’adozione di alcune misure di difesa passiva:

1. Se si abita in un condominio avere cura di chiudere sempre il portone;
2. Se si abita al primo o all’ultimo piano rinforzare la chiusura di porte e finestre;
3. Se ha la possibilita’ dotare la casa di un buon sistema antifurto acquistandone uno che sia ben visibile dall’esterno;
4. Luce accesa e rumori (radio e tv) tengono lontani i malviventi;
5. a causa del breve tempo disponibile i posti generalmente esaminati dai ladri sono gli armadi, i cassetti, i vestiti risposti negli armadi, i quadri, nonchè l’interno di vasi.