Archivio tag: Morrovalle

superenalotto

SuperEnalotto, a Morrovalle un “5” da 13mila euro

Ancora un colpo fortunato nelle Marche con il SuperEnalotto. Nel concorso di giovedì 30 luglio è stato centrato un “5” a Morrovalle, in provincia di Macerata, che regala al suo autore una vincita di 13.647,29 euro. La schedina vincente, riporta Agipronews, è stata convalidata nel bar “L’incontro” in via Fratelli Cervi 12. La caccia al Jackpot invece continua e nell’appuntamento di domani verranno messi in palio 20,7 milioni di euro. L’ultima sestina vincente è stata centrata il 7 luglio scorso, con i 59,4 milioni di euro finiti a Sassari, mentre nelle Marche il 6 è stato centrato solo una volta, 10 milioni di euro vinti a Fermo il 9 agosto del 2000.

Coronavirus, i dati del 18 giugno nelle Marche

Su 777 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, nelle Marche, sono quattro i positivi al Coronavirus riscontrati.

In totali, i positivi alla Sars-Cov-2 sono 6768.

I 4 casi di oggi si aggiungono al nuovo positivo segnalato ieri e sono stati tutti registrati nel Comune di Morrovalle (MC).

I casi positivi per domicilio/residenza, risultano:
1875 (+0) in provincia di Ancona,
2756 (+ 0) in provincia di Pesaro Urbino,
1141 (+ 4) in provincia di Macerata,
471 (+ 0) in provincia di Fermo,
290 ( +0) in provincia di Ascoli Piceno,
235 (+0) extra regione.

Non ci sono stati decessi di persone con Coronavirus, nelle 24 ore precedenti le ore 18, del 18 giugno.

Asfaltatura strada tra bivio Passionisti e frazione di Santa Lucia

Sono in corso i lavori di asfaltatura sulla strada provinciale 10 “Bivio Vergini – Civitanova Marche”.

L’intervento, del valore di 200 mila euro, è eseguito dalla ditta Francucci Luigi e il tratto interessato si trova nel comune di Morrovalle, esattamente tra il bivio Passionisti e la frazione di Santa Lucia. Le economie derivanti dal ribasso della gara di appalto saranno utilizzate per asfaltare un ulteriore tratto della provinciale.

I lavori rientrano tra quelli finanziati con le risorse di 2 milioni e mezzo messe a disposizione dal MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) per le opere pubbliche a favore della sicurezza stradale, relative al bilancio 2020.

“Il progetto, l’appalto e la direzione dei lavori sono a cura della Provincia di Macerata – afferma il Presidente Antonio Pettinari -. Oltre ai lavori già programmati con il finanziamento dal Ministero, siamo in attesa del decreto che ci mette a disposizione altri 510 mila euro da utilizzare nell’anno in corso. L’Amministrazione ha già individuato e approvato i nuovi interventi: uno sulla provinciale 91 ‘Pian di Pieca – Monastero – Fiastra’ e l’altro sulla 180 ‘Tolentino – Camerino’, nel tratto tra Belforte del Chienti e la Sfercia. Quando ci arriverà la comunicazione ufficiale, saremo pronti per inserire i progetti nella piattaforma del Ministero; da quel momento sarà possibile per il nostro Ente procedere con l’approvazione dei progetti e poi del relativo appalto”.

Artisti in festa, una serata di beneficenza a Morrovalle

Amicizia, amore per il territorio, per l’arte, per chi è in difficoltà. Sono questi i motivi che hanno spinto Luca Ciarpella ad organizzare giovedì 12 settembre alle ore 20 presso l’Hotel San Crispino a Trodica di Morrovalle“Artisti in festa”, una serata di beneficienza a base di musica, spettacolo e buon cibo.

Il ricavato della serata, che vedrà esibirsi numerosi artisti del territorio, sarà devoluto in parte infatti all’Associazione di Volontariato Amici del Talento onlus che lavora con dedizione e professionalità a sostegno dei disabili e delle loro famiglie.

La cena-spettacolo vedrà, oltre al pubblico partecipante, una platea ricca di artisti del territorio che hanno voluto rispondere all’appello della serata presenziando all’iniziativa, mentre sul palco si passeranno il testimone tanti artisti noti del territorio che hanno invece scelto di portare il proprio contributo artistico.

Dai Talk Radio a Laura Marcolini con la sua Signora Palmina, dall’eclettico Bip Gismondi al duo esilarante del Doppiatore Marchigiano, per poi passare alla comicità di Lando e Dino, alla carica degli E.Z. Riders, all’energia della Orkestroska National, all’ironia dei Two Twins, al rock’n’roll dei Billy Max Rebels, al ventriloquo Milco Messi, alla super band di Jenny Rose and the Hot Dogs, alla cantautrice Aurora Kuda, alla tribute band di Gianna Nannini, Notti Magiche, sino al mix di funky, r’n’b, rock e beat della Believers Band capitanata proprio da Luca Ciarpella.

Una serata di grande divertimento ed energia, un termometro dello stato di salute dell’arte dello spettacolo del nostro territorio e, insieme, uno strumento di sostegno e vicinanza per chi ogni giorno lavora per stare accanto ai più deboli.

A sostenere l’iniziativa anche numerose aziende del territorio, quali Oliviero AnselmoMiami SrlEddy Ricami Project srlHotel San Crispino, segno questo ancora più influente, di come arte e impresa possano collaborare con lungimiranza per una nobile causa.

Con l’estate, torna FAT FAT FAT Festival

Dal 3 al 5 agosto.

Seconda ondata di artisti coinvolti nella kermesse di casa nel maceratese.

 

Mancano pochi mesi all’estate e il FAT FAT FAT Festival, rassegna di black music edelettronica del maceratese, continua a far parlare di sé e della prossima edizione.

Dopo la notizia dei primi undici artisti che si alterneranno sul palco del festival nei giorni del 3, 4 e 5 agosto tra la Grancia di Sarrocciano di Corridonia e Piazza Emanuele II aMorrovalle, oggi si aggiungono altri 12 grandi nomi.

 

Il primo è Larry Head aka Mr Fingers (live), vera e propria istituzione vivente della scena House e Nu- Soul di Chicago. Con un nuovo album appena uscito e grazie alla prestigiosapartnership con Red Bull Music il live di Larry Heard arriva sul palco del FAT FAT FAT Festival.

Altro nome di spicco è quello di Madlib: beatmaker, polistrumentista e leggendario produttore discografico statunitense il quale regalerà al pubblico del festival un dj-set imperdibile.

 

Dalla scena boogie e nu jazz londinese arrivano invece Dego & Kaidi (live) che tra funk e groove proporranno un live travolgente.

Soffia ancora vento dagli States, in particolare da Detroit, con Marcellus Pittmanproduttore discografico e dj. Nel ’98 assieme a Rick WilhiteTheo Parrish e Moodymannfonda il collettivo 3 Chairs, un progetto che ha portato il sound di Detroit in tutto il mondo. Un mix tra black, deep e soulful music è invece quello che arriva dal leggendario duo Sadar Bahar & Lee Collins con il loro progetto Soul in the Hole.

 

Si torna in Italia invece con Jolly Mare alias Fabrizio Martina che con un background improntato sulle produzioni anni ’80 riesce a cavalcare in maniera personalissima territori a metà tra dance, disco del passato e sonorità elettroniche contemporanee.

 

Veronese d’adozione ed inglese d’origine è poi Patrick Gibin, dj e producer con una passione maniacale per il vinile e con un talento tutto da scoprire.

 

Amico del festival e selezionatore di vinili sopraffino, Matteo Vicentini in arte Native, compone nei suoi dj set delle vere e proprie narrazioni sonore che vanno dal kraut-rock, al, jazz fino a toccare la dub e la disco funk.

 

Con base a Milano i Jaxx Madicine sono un ensemble di talentuosi artisti profondamente ispirati da tutto quello che riguarda le sonorità jazz – funk e house.

Ultimo ma non ultimo della lista è il live di Jaren, collettivo artistico dedito alla scoperta di nuove sonorità e macchine analogiche tra ritmiche downbeat e sonorità esotiche.

Foltissima e ricca di grandi artisti anche questa seconda ondata di nomi del FAT FAT FAT Festival. Una notizia che si unisce assieme a quella dell’evento di sabato 2 giugno in collaborazione con l’Associazione Culturale Reasonanz dal nome VEG VEG VEG: un’occasione per abbracciare con entusiasmo e rispetto le idee culinarie della tradizione vegetariana e vegana, il tutto attraverso prodotti rigorosamente locali. Un’opportunità per il pubblico del festival per scoprire un mondo culinario diverso ma altrettanto gustoso e genuino.

 

Oltre al lato gastronomico la parte musicale sarà curata da grandi artisti della scena elettronica  e black contemporanea come: Moses Boyd​ Solo XDj Khalab​ live feat. Moses Boyd & Gabin DabiréStump Valley​, Patrick Gibin​FAT FAT FAT Soundsystem.

Prossimamente verranno annunciate molte altre novità che traghetteranno uno dei festival più interessanti a livello europeo sino alla calda estate 2018.

Primo evento 2018 di FAT FAT FAT, Festival di musica elettronica e black music

Manovre di avvicinamento all’estate per il FAT FAT FAT Festival, la kermesse marchigiana di musica black, elettronica e arti contemporanee ormai entrata a far parte dell’olimpo dei festival più interessanti della scena europea. Sabato 10 alle 21.30, infatti, si accendono le luci dell’Auditorium Borgo Marconi di Morrovalle per l’esibizione dell’artista britannico Alfa Mist.

L’evento, patrocinato dal Comune di Morrovalle, possibile anche grazie al contributo della Fondazione Luigi Canale e della Pro Loco di Trodica, si colloca tra le iniziative preparatorie di FAT FAT FAT: evento estivo che si tiene da due anni tra Piazza Vittorio Emanuele II (Morrovalle) e la Grancia di Sarrocciano (Corridonia).

Una rassegna che lo scorso anno ha visto più di 20 artisti internazionali e oltre 4000 spettatori provenienti dall’Italia e dal resto del mondo, battere incuriositi le colline, le spiagge marchigiane e godere delle eccellenze di questi luoghi.

Quello di sabato si configura come un appuntamento imperdibile dato lo spessore di questo artista capace di fondere assieme jazz, hip hop e soul. Cresciuto a Newham, quartiere ad est di Londra, Alfa Mist inizia il suo viaggio musicale nelle vesti di produttore hip-hop e grime. Pianista e rapper autodidatta, Alfa Mist fa parte di quella nuova ondata creativa proveniente in special modo dai quartieri suburbani di Londra, che utilizza la sperimentazione e l’ibridazione per varcare il genere musicale ed esplorare nuovi panorami. Armonie jazz, beat ed atmosfere crepuscolari in un concentrato di suoni e influenze che pescano dall’anima della black music per andare oltre verso orizzonti musicali tutti da esplorare.

Dopo il disco d’esordio dal nome “Antiphon”, è con “Nocturne” che Alfa Mist entra di diritto nella cosiddetta scena new jazz: un Ep magnetico, in grado di esaltare le sue doti di pianista e beat maker.

Il team di FAT FAT FAT apre, quindi, il nuovo anno portando in terra marchigiana un artista di grande levatura con un tour europeo fatto di grandi club e realtà internazionali. Una tendenza, questa, in linea con gli obiettivi del contenitore culturale marchiato dalle tre F che celebra il genius loci come capacità esperienziale di unturismo colto ed internazionale che coglie, attraverso la musica e l’arte, l’essenza stessa della provincia portando al contempo la provincia a dialogare con l’internazionalità alla stregua di una realtà metropolitana.

In occasione dell’evento di Alfa Mist a Morrovalle, il team di FAT FAT FAT annuncerà
le date e il tema della prossima edizione estiva, la nuova comunicazione e la linea grafica che interesserà la terza edizione del festival marchigiano. Biglietti disponibili a 12 euro su www.liveticket.it.

Vittorazi Motors cerca giovani meccanici

L’azienda del settore aeronautico ricerca figure esperte o da formare. All’appello ancora nessuna risposta

Nonostante, come ha annunciato il Fondo Monetario Internazionale in questi ultimi giorni, il Pil Nazionale sia in crescita dell’1,3%, ancora molte sono le aziende italiane in crisi, tante quelle che insistono sul territorio regionale. E in costante aumento ci sono anche i Neet, acronimo di “Not (engaged) in Education, Employment or Training”, cioè i giovani in età lavorativa che non studiano e non lavorano.

Continua a leggere

FAT FAT FAT Festival: grande apertura

Una serata dall’atmosfera internazionale quella che ha aperto ieri, nella splendida Piazza Vittorio Emanuele II a Morrovalle, la seconda edizione del FAT FAT FAT, Festival di musica elettronica e contaminazioni.

Il forte caldo non ha scoraggiato le migliaia di persone che hanno raggiunto il borgo medioevale per la prima giornata del festival, con una buona percentuale, anche quest’anno, da fuori regione e addirittura dall’estero, Europa in primis e piccoli gruppetti addirittura dalla Russia e dall’Australia.

Continua a leggere