Archivio tag: Musica

Una raccolta fondi per la realizzazione di un disco…nel segno di Mina

Un progetto musicale ambizioso, la Musicamdo Jazz Orchestra e la magnifica voce di Alessandra Doria sono gli elementi della produzione discografica che si vuole realizzare attraverso il coinvolgimento del pubblico e degli appassionati.

“Grande, grande, grande… Mina” è il progetto della Musicamdo Jazz Orchestra che, dopo numerosi concerti di successo, vuole ora tradursi in un disco da sostenere e finanziare in maniera corale attraverso la piattaforma KickStarter.

Dal 16 febbraio al 16 marzo, infatti, accedendo al link (https://bit.ly/GRANDEGRANDEGRANDEMINA_DISCO) sarà possibile dare il proprio contributo per la realizzazione del disco. Ogni mecenate, a fronte della donazione scelta, potrà ricevere copia del disco o il benefit che preferisce.

«L’idea – spiega Daniele Massimi, presidente dell’associazione Musicamdo – nasce sulla scorta del successo riscosso dai concerti dal vivo della nostra Big Band. Arrangiare ed interpretare Mina è certamente qualcosa di molto ambizioso ma abbiamo avuto, sin da subito, grande entusiasmo tra i musicisti e un grande successo durante i nostri concerti. Brani che hanno fatto la storia della musica italiana, così tanto amati da entusiasmare chi ascolta, la potenza della big band magistralmente diretta dal Maestro Luca Pecchia e la meravigliosa voce di Alessandra Doria sono gli elementi che intendiamo valorizzare e fissare in una ambiziosa produzione discografica.

Da qui – continua Massimi – la voglia di coinvolgere il nostro pubblico e gli appassionati nella realizzazione del disco dedicato a Mina della Musicamdo Jazz Orchestra & Alessandra Doria, attraverso una raccolta fondi. In questo mese di campagna crowfunding sui social daremo voce al progetto e ai suoi protagonisti. Lo racconteremo, lo faremo ascoltare in momenti live, condivideremo con tutti ogni passaggio sino, speriamo, al raggiungimento del traguardo prefissato.»

Il progetto musicale con gli arrangiamenti esclusivi di Massimo Morganti e Pierfrancesco Ceregioli ha un forte appeal live e per questo la registrazione del disco avverrà dal vivo domenica 20 febbraio alle ore 18,00 al Politeama di Tolentino.

La voce di Alessandra Doria e la Musicamdo Jazz Orchestra insieme celebreranno il concerto del 1972 alla Bussola “Mina e l’Orchestra”, un evento unico nella storia della musica leggera italiana. In quella mitica sezione live, la potenza dell’unica artista italiana in grado di reggere una big band con ritmica e sezioni fiati formate dai più importanti jazzisti italiani, proiettavano la Versilia e l’Italia nell’ atmosfera e nella ricchezza musicale delle notti di Las Vegas e Los Angeles, Londra e New York. Un omaggio alle più celebri canzoni di Mina come “Città Vuota”, “Un’Estate fa’”, “Amor Mio”, “Se Telefonando” e molte altre.

Tutte le attività del Politeama si svolgono nel rispetto delle normative anti Covid-19.

Ingresso consentito esclusivamente ai possessori del Green Pass “rafforzato” e con mascherina FFP2.

Biglietti 15€ più prevendita.

Doppio appuntamento per la FORM a Chiaravalle e a San Severino

Doppio appuntamento per la FORM con il programma Schubert-Wagner. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, la colonna sonora delle Marche, si esibisce sabato 29 gennaio, alle ore 21, al Teatro Valle di Chiaravalle e domenica 30 gennaio, alle ore 17.30, al Teatro Feronia di San Severino Marche. Quest’ultimo appuntamento fa parte di Suoni per la rinascita – Nell’ambito del progetto Marche InVita, Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma.

A dirigere questo programma tra visioni, sogni, idilli amorosi di due grandi compositori, Schubert e Wagner, nel segno della purezza e della perfezione mozartiane, c’è il Maestro Daniele Rossi.

Si parte con Le Nozze di Figaro, K. 492: Ouverture di Wolfgang Amadeus Mozart, brano di apertura all’omonima opera, qui eseguita nella versione per piccola orchestra di Iain Farrington. È tra le ouverture più celebri ed eseguite del compositore salisburghese e, più in generale, dell’intero panorama operistico settecentesco.

Segue Siegfried-Idyll (Idillio di Sigfrido) WWV 103 di Richard Wagner, composizione per orchestra da camera: una musica raffinata, caratterizzata da una scrittura limpida, pura, aurorale, esprimente un desiderio di comunione con una natura incontaminata e benevola ed intessuta di sentimenti personali del compositore tedesco e del suo amore per la moglie e la famiglia; sentimenti che si riflettono in quelli della coppia Sigfrido-Brunilde, il cui duetto d’amore nell’opera Sigfried che Wagner stava componendo in quel periodo è costruito su temi del Siegfried-Idyll.

In conclusione la Sinfonia n. 5 in si bemolle magg., D. 485 di Franz Schubert, considerata una dei vertici del sinfonismo giovanile del compositore viennese, frutto di una “possessione” poetica e stilistica, da parte di Schubert, dello spirito di Mozart.

Biglietti da 5 a 12 euro, anche online su vivaticket.com.

L’Orchestra Filarmonica Marchigiana torna ad esibirsi al teatro Feronia

Domenica prossima (30 gennaio) il prestigioso teatro comunale Feronia di San Severino Marche ospita, nell’ambito del progetto “Marche InVita” – lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma-, l’attesissimo ritorno della Form, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana.

L’appuntamento pomeridiano, a partire dalle ore 17,30, proporrà visioni, sogni e idilli amorosi di due grandi compositori: Schubert e Wagner, nel segno della purezza e della perfezione mozartiane.
Il programma del concerto proporrà anche musiche di Mozart, Le Nozze di Figaro, K. 492: Ouverture – versione per piccola orchestra di Iain Farrington. Poi, di Wagner, Siegfried-Idyll (Idillio di Sigfrido) WWV 103 e, di Schubert, la Sinfonia n. 5 in si bemolle magg., D. 485.

La Form sarà diretta da Daniele Rosi. Costo dei biglietti: intero 12 euro, ridotto (abbonati stagione teatrale) 10 euro, scuole (studenti) 5 euro. Ticket presso Pro Loco, tel. 0733 638414 aperta da martedì a domenica dalle ore 9-12.30 / 16-19 oppure presso il botteghino del teatro Feronia 0733 634369 aperto il giorno dello spettacolo dalle ore 15. Info Amat e biglietterie del circuito tel. 071 2072439. Vendita on-line su vivaticket.com.

Musicamdo Jazz Orchestra il 6 gennaio al Teatro Vaccaj di Tolentino

Per gli ultimi scampoli delle ferie natalizie, la rassegna “Un Natale da Favola” promossa dal Comune di Tolentino, giovedì 6 gennaio alle ore 21.15 al Teatro Vaccaj proporrà, in collaborazione con l’associazione Musicamdo, il concerto “Swingin’ Christmas” della Musicamdo Jazz Orchestra.

La big band di 20 elementi nata dopo il terremoto mettendo assieme i musicisti della provincia di Macerata, oggi magistralmente diretta dal M° Luca Pecchia, esplorerà il fitto songbook natalizio interpretandolo in una irresistibile chiave swing.

Dai must come “Let is snow”, “Santa Claus is coming” e “White Christmas” agli immancabili “Over the rainbow”, “God bless the child” e “At last”. Un viaggio nel mondo delle musiche che rievocano il momento più suggestivo dell’anno per aprire il 2022 con fiducia, magia ed entusiasmo.

 

concerto

La FORM dà il suo benvenuto al nuovo anno al Teatro Lauro Rossi

concertoAppuntamento immancabile con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, in collaborazione con il Comune di Macerata. La FORM, la colonna sonora delle Marche, dà il suo benvenuto al nuovo anno, alle ore 18, al Teatro Lauro Rossi.

Le più belle e appassionanti melodie di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Giuseppe Verdi, Gioachino Rossini, Émile Waldteufel, Leo Delibes, Johann Strauss (jr) e Charles Gounod vengono proposte in un brillante concerto diretto da David Crescenzi, Maestro che collabora costantemente con la FORM e presenza stabile nel Concerto di Capodanno, con la partecipazione del soprano Rasha Talaat.

Il programma inizia con Evgenij Onegin, Op. 24: Polonaise e La bella addormentata, Op. 66: Valzer di Čajkovskij; prosegue con I Vespri Siciliani: Aria “Mercè, dilette amiche” e Aida: Preludio di Verdi; quindi L’Italiana in Algeri: Sinfonia di Rossini e Les patineurs (I pattinatori), Valzer Op. 183 di Waldteufel. Si va avanti con Les Filles de Cadiz: Chanson Espagnole e Sylvia, balletto Op. 60 – Pizzicati, Variation dansée di Delibes; Explosions-Polka, Op. 43 di Strauss (Jr); Faust: recitativo e aria dei gioielli “O Dieu – Ah! Je ris de me voir” di Gounod per concludere con la sempre coinvolgente An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu), op. 314 di Strauss (Jr).

Biglietti da 4 a 18 euro. Info e prevendita biglietteria del Teatro 0733/230735. Biglietteria on-line www.vivaticket.it. Biglietteria Teatro Lauro Rossi aperta un’ora prima inizio spettacolo.

“Swingin’ Christmas” il 5 gennaio al Lauro Rossi

musicaMacerata Jazz dà il benvenuto al nuovo anno chiudendo la sua rassegna con un concerto ancora intriso delle calde atmosfere natalizie. La rassegna del Comune di Macerata con la direzione di Musicamdo Jazz, il sostegno del cappellificio di Montappone Hats&Dreams e di altri sponsor, infatti, mercoledì 5 gennaio alle ore 21.15 accoglierà al Teatro Lauro Rossi la Musicamdo Jazz Orchestra con “Swingin’ Christmas”.

La big band di 20 elementi nata dopo il terremoto mettendo assieme i musicisti della provincia di Macerata, oggi magistralmente diretta dal M° Luca Pecchia, esplorerà il fitto songbook natalizio interpretandolo in una irresistibile chiave swing.

Dai must come “Let is snow”, “Santa Claus is coming” e “White Christmas” agli immancabili “Over the rainbow”, “God bless the child” e “At last”.

Un viaggio nel mondo delle musiche che rievocano il momento più suggestivo dell’anno per aprire il 2022 con fiducia, magia ed entusiasmo. Ultimo impegno poi anche quello dei ragazzi dell’ateneo dell’Università di Macerata coinvolti nel laboratorio IMPROVEisACTION che accompagneranno con le varie attività anche l’ultima data in cartellone.

La Musicamdo Jazz Orchestra poi, chiusa la tappa maceratese, si esibirà giovedì 6 al Teatro Vaccaj di Tolentino.

I biglietti per il concerto sono acquistabili in prevendita presso la biglietteria dei teatri in Piazza Mazzini o sulla piattaforma online www.vivaticket.com oppure presso la biglietteria del Teatro Lauro Rossi a partire dalle ore 20.15 di mercoledì 5 gennaio.

Si ricorda che, in ottemperanza a quanto stabilito dalle recenti misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica, sarà garantito l’ingresso al concerto solo al pubblico in possesso del Super Green Pass e con mascherina FFP2 o superiore.

Il tormentone delle feste di Natale 2021

Per accendere la vera magia del Natale ed entrare nel giusto mood delle feste, Il Natale che non ti aspetti lancia il tormentone delle feste di Natale 2021 che si candida ad accaparrarsi la top ten delle musiche di Natale, la colonna sonora di dicembre: una nuova canzone, una sorpresa natalizia da ballare e cantare in famiglia.

L’idea è venuta a Damiano Bartocetti, Presidente Pro Loco Pesaro e Urbino: “E’ un progetto a cui stavamo lavorando da mesi. Con le Pro Loco abbiamo immaginato di mettere in musica il nostro Natale con i mercatini più belli del centro Italia e finalmente il sogno è diventato realtà. Con una video canzone scritta appositamente per il Natale che non ti aspetti, da ascoltare, condividere e cantare tutti insieme in queste feste. Fino al 6 gennaio sarà la musica di sottofondo in filo diffusione nei borghi de Il Natale che non ti aspetti. Tutto questo grazie alla Regione Marche, nostra prima sostenitrice”.

La musica è perfetta anche per i bambini grazie a un ritmo semplice, e il testo è ricco di rime e facile da memorizzare e cantare in gruppo.

Il brano è stato realizzato da Radio Studio Più (Graziano Fanelli, Valter Masi, voci di Elena Camo e Walter Massa), i cui diritti sono stati acquistati dalla Pro Loco Pesaro e Urbino.

Santa Cecilia, musica a San Severino

Il Corpo filarmonico bandistico “Francesco Adriani” Città di San Severino Marche ha festeggiato Santa Cecilia, patrona della musica, con il tradizionale doppio appuntamento concertistico alla Casa di riposo “Lazzarelli”, dove gli anziani ospiti dell’azienda pubblica per i servizi alla persona sono stati intrattenuti da una esibizione che ha portato allegria e felicità, e in piazza Del Popolo.
Nel rispetto della normativa anti-Covid gli anziani hanno potuto seguire l’esibizione della banda comodamente seduti nel grande salone della struttura mentre i musicisti hanno suonato all’aperto marcette e sinfonie sotto la direzione del maestro Vanni Belfiori. Presenti anche il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, e il vice sindaco e assessore alla Cultura, Vanna Bianconi.
Poi ci si è spostati in piazza Del Popolo per un altro momento musicale nel rispetto sempre delle distanze di sicurezza e con grande attenzione alle raccomandazioni del momento in materia sanitaria.
La giornata si è poi conclusa con una conviviale che ha fatto ritrovare tutti i componenti, vecchi e nuovi, della banda settempedana seduti a un tavolo insieme ai membri consiglio direttivo guidati dalla presidente Alessandra Aronne.

Continua il viaggio musicale di Macerata Jazz

Continua il viaggio musicale di Macerata Jazz, la rassegna del Comune di Macerata con la direzione di Musicamdo Jazz, il sostegno del cappellificio di Montappone Hats&Dreams e di altri sponsor, che domenica 21 novembre alle ore 21.15 porterà al Teatro Lauro Rossi un amico storico della rassegna giunta alla sua 52^ edizione: Fabrizio Bosso.

WE4 è il nuovo entusiasmante lavoro del quartetto di Fabrizio Bosso. Realizzato subito dopo il confinamento forzato dovuto all’epidemia del coronavirus, WE4 porta con sé la consapevolezza del valore del fare musica insieme e di come questo possa diventare un progetto di condivisione profonda, che prosegue quindi oltre il palco. Nel doppio live “State of The Art”, pubblicato nel 2017, Fabrizio Bosso raccontava lo stato dell’arte della sua musica, considerandolo a tutti gli effetti l’inizio di un nuovo percorso con tre straordinari compagni di viaggio: Julian Oliver Mazzariello, Jacopo Ferrazza, Nicola Angelucci. Dopo innumerevoli concerti in giro per il mondo e anni di confronto continuo, WE4 è dunque la rappresentazione compiuta, nel suono, nell’interplay e nella composizione, di una condivisione totale. Nel nuovo repertorio, infatti, sono presenti brani originali scritti appositamente da ciascuno per questa formazione, una composizione a 4 mani di Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello e due brani che portano la firma di tutti e quattro.

Il consueto appuntamento con l’aperitivo musicale de Il Gusto del Jazz si terrà a partire dalle 19.00 al Pozzo (prenotazioni allo 0733232360) e vedrà l’esibizione del quintetto di Stefano Conforti con un ospite d’onore. In diretta su Radio Skyline, Stefano Conforti e i suoi ospitano il contrabbassista canadese Ron Seguin, proveniente da una lunga esperienza musicale che lo ha visto suonare in situazioni creativamente diverse con artisti internazionali di ogni genere. Il progetto “Tonight at Noon” nasce mosso da un amore incondizionato da parte del gruppo nei confronti, non solo del musicista, ma anche dell’uomo Charles Mingus. A seguire, dalle 23.30, una jam session.

A raccontare e ad affiancare la rassegna continua l’impegno dei ragazzi dell’ateneo dell’Università di Macerata coinvolti nel laboratorio IMPROVEisACTION.

“Nato nella quinta stagione”: nuovo singolo del duo marchigiano SounDelirio

“Nato nella quinta stagione” è il secondo singolo dei SounDelirio che anticipa l’album d’esordio di prossima uscita “Mostralgia”. Se con il primo singolo – “Ridi come se non fossi qui” – il duo rock ha voluto rompere il ghiaccio puntando su ruvidezza e sonorità stranianti, con questo nuovo brano si intuisce ancor più l’identità rock dell’intero progetto discografico.

In latino “Monstrum” si traduce come “fenomeno, prodigio” e questo brano è implicitamente dedicato a tutti gli incompresi, o che si ritrovano tali perchè non vengono guardati dagli occhi “giusti”. È un singolo dedicato alle differenze, le minoranze, le singolarità.

«L’amore per i mostri, per quelli senza pelle, per chi cammina in solitaria contro vento è lo stesso che proviamo per l’anomalia, per tutto ciò che vira dalla traiettoria della “normalità”. Non cogliere la ricchezza della diversità significa perdere un’opportunità di evoluzione per l’anima». SounDelirio

L’atmosfera attinge al fantasmagorico, mischiando slanci cupi e speranze di redenzione per celebrare, in questa ballade con accenti di hard rock, tutti i “guerrieri senza coperta né consolazione”.